Categories:

Qual è il suo ruolo nella Camera dell’Agricoltura della Repubblica di Lituania e di cosa si occupa questa organizzazione?

Sono Edvardas Gedgaudas, Direttore dell’Associazione lituana degli allevatori di bestiame. La nostra associazione è membro della Camera dell’Agricoltura della Repubblica di Lituania, e ne siamo molto orgogliosi. La Camera dell’Agricoltura ha giocato un ruolo importante nel rendere l’agricoltura lituana moderna e capace di competere sui mercati: oggi, la nostra agricoltura soddisfa tutte le richieste dei consumatori. Negli ultimi trent’anni abbiamo applicato programmi di sviluppo rurale, protetto e rinnovato l’ambiente di vita degli abitanti delle aree rurali. L’Associazione degli allevatori lituani e la Camera dell’Agricoltura sono oggi chiamati ad affrontare le sfide relative all’emergenza climatica e proporre alternative per il futuro.

Dr. Edvardas Gedgaudas director of Lithuanian Cattle Breeders Association

Qual è il ruolo della Camera dell’Agricoltura della Repubblica di Lituania?

Dopo l’indipendenza ottenuta nel 1990, la Camera dell’Agricoltura è diventata la più importante e influente organizzazione agricola, che può essere considerata come un “Parlamento degli agricoltori”. Oggi riunisce 41 organizzazioni, che rappresentano tutto il settore agricolo lituano, dall’allevamento all’agricoltura. Ogni organizzazione ha responsabilità per i propri settori e questo moltiplica l’impegno della Camera di Commercio nella lotta ai cambiamenti climatici. La Lituania è certo un paese piccolo, che però può fare la propria parte all’interno dell’Europa del futuro.

Per quanto riguarda l’Associazione lituana degli allevatori di bestiame, un ruolo importante viene svolto quale referente del registro delle razze, con cui si cerca di migliorare il programma di selezione del bestiame. Ad esempio, oggi si allevano bovini da latte che hanno un’alta produttività e un basso impatto sull’ambiente.

Può spiegare meglio cos’è il simulatore online/il MOOC e il loro contributo al progetto?

Il MOOC è un corso on-line che fornirà competenze a studenti e agricoltori sull’uso di strumenti di simulazione per la valutazione dell’efficacia di un’agricoltura climate smart, ossia un’agricoltura sostenibile che faccia fronte ai problemi connessi ai cambiamenti climatici. L’obiettivo del progetto è quello di contribuire alla mitigazione dei cambiamenti climatici.

Qual è l’importanza di offrire risorse educative open source (Open Education Resources – OER)?

L’apprendimento è un processo costante che dovrebbe continuare per tutta la nostra vita. Le piattaforme OER offrono una formazione accessibile a tutti e consentono di costruire nuove comunità di apprendimento. Le OER sono gratuite e offrono contenuti formativi di alto livello che permettono di acquisire nuove conoscenze. Nel nostro caso, fornire contenuti sull’agricoltura climate smart su piattafroma OER ci consente di raggiungere un pubblico vasto e far comprendere come l’agricoltura sia un settore capace di innovare e di migliorare la propria sostenibilità ambientale.

Quali sono i benefici per gli studenti e gli agricoltori che avranno accesso ai risultati del progetto?

Gli studenti sono il futuro del settore agricolo. Hanno bisogno di conoscere più da vicino gli impatti dei cambiamenti climatici e come usare le nuove tecnologie per mitigarne gli effetti. Gli studenti hanno un’ampia responsabilità sulla costruzione del nostro futuro, ma possono impegnarsi già da oggi per costruirlo insieme agli agricoltori. Questi ultimi possono invece lavorare per porre le basi per un’agricoltura climate smart. I risultati del progetto potrebbero poi in modo più ampio essere utili per tutti coloro che sono interessati al settore agricolo.

Perché pensa che sia importante far conoscere i benefici dell’agricoltura climate smart?

Perché serve a creare nuove conoscenze per una nuova era più responsabile verso l’ambiente. Il nostro obiettivo è quello di far comprendere quanto l’agricoltura possa essere utile e innovativa, e un settore trainante all’interno delle nostre economie.


Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Select language